Il nostro sito usa i cookie per offrire una migliore fruibilità di navigazione. I cookie che usiamo non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui per disabilitarli. Se prosegui nella navigazione sul sito acconsenti all‘uso dei cookie.

Allergia

Le allergie possono essere considerate come la reazione del sistema immunitario di un soggetto verso un agente estraneo (allergene) nei confronti del quale il soggetto stesso è stato precedentemente sensibilizzato.

Gli allergeni sono di natura molto diversa (animale, vegetale, chimica) e possono essere rappresentati da muffe, pollini, alimenti, farmaci, sostanze chimiche o di derivazione animale.
In base alla modalità con cui il soggetto viene in contatto con l’allergene verso il quale è stato sensibilizzato (inalazione, ingestione, contatto diretto), l’allergia si esprime con manifestazioni differenti che vanno dall’orticaria, alle rino-congiuntiviti sino all’asma.

I fattori che portano all’instaurarsi di una risposta allergica sono molto complessi e vedono l’interazione di fattori genetici (familiarità), ambientali e immunologici (umorali e cellulari).
Dal punto di vista immunologico un ruolo fondamentale è svolto dalle immunoglobuline di classe Ig E che nel soggetto allergico sono prodotte in risposta ad uno stimolo allergenico in grandi quantità e in modo anomalo rispetto ad un soggetto non allergico.

La sintomatologia allergica è sostanzialmente riconducibile al rilascio di mediatori chimici dell’infiammazione tra cui i più importanti sono l’istamina e i leucotrieni che determinano, ad esempio nelle pollinosi, un'infiammazione delle congiuntive e delle mucose delle cavità nasali e delle vie respiratorie, con conseguente comparsa di arrossamento, prurito, edema, lacrimazione, tosse.

Nella maggior parte dei casi, le manifestazioni allergiche non comportano gravi conseguenze, tuttavia sono in grado di influire negativamente sulla qualità della vita e sulle capacità lavorative dei soggetti affetti.
Dopo un adeguato inquadramento clinico-diagnostico, l’approccio al paziente allergico può prevedere il ricorso ad un trattamento farmacologico a base di antistaminici o cortisonici in grado di attenuare la sintomatologia.

I nostri prodotti

Lusofarmaco può vantare un ampio know how in varie aree terapeutiche: dalle patologie cardiovascolari alle malattie respiratorie, dall’antibioticoterapia alla neuropsichiatria e per finire l'area ginecologica.

Ricerca e sviluppo

Per molti anni, la connotazione di Lusofarmaco è stata quella di una azienda di rilievo essenzialmente nazionale, con un listino incentrato su farmaci di consolidata esperienza.

Farmacovigilanza

È la scienza relativa all’individuazione, la valutazione, la comprensione e la prevenzione degli effetti avversi o di ogni altro problema legato ai farmaci.

Sede Legale:
Milanofiori – Strada 6, Edificio L – 20089 Rozzano (MI)
Tel. 02-516555.1 - Fax 02-516555.249

Numero di iscrizione registro imprese: 00714810157
Ufficio del registro delle imprese: Milano
Capitale: € 130.000 I.V.
Capitale risultante dall'ultimo bilancio: € 130.000
Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento di A. Menarini Industrie Farmaceutiche Riunite Srl

MAPPA DEL SITO

Copyright 2017 Istituto Lusofarmaco D'Italia S.p.A.